Musei Capitolini

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Mostre > Ricordi dell'Antico

Giovanni Paolo Panini, Capriccio con il Pantheon, statue e figure (1739)

07/03 - 06/07/2008

Ricordi dell'Antico

Sculture, porcellane e arredi all'epoca del Grand Tour
Palazzo Caffarelli
Tipologia: Archeologia, Arte Moderna, Arti Applicate

L’interesse per l’antico nel Settecento, rinnovato dall’apertura al pubblico delle principali raccolte archeologiche romane e dagli scavi di Ercolano e Pompei, è documentato in questa mostra dalle porcellane delle manifatture di Doccia e dai biscuit di Giovanni Volpato messi a confronto con i loro prototipi antichi, da oggetti della manifattura di porcellana di Napoli e di manifatture straniere, oltre che da dipinti, disegni e incisioni.
La mostra è prorogata al 6 luglio

La mostra si propone di esaminare il grande interesse destato dalle raccolte archeologiche che - attraverso la scultura di piccole dimensioni e dei biscuit in particolare - vennero ad adornare tavole, mensole e camini.
Viene inoltre gettata nuova luce sui principali artisti - quali Giovanni Volpato e Filippo Tagliolini - autori dei modelli più noti, nonché indagata la loro formazione artistica, in stretto nesso con la scultura neoclassica romana, l’ambiente dei “restauratori”, rappresentativo del miglior gusto antiquario dell’epoca.
La rassegna espositiva prende soprattutto in esame le riproduzioni di alcuni dei più noti prototipi della Roma antica e delle collezioni archeologiche romane, rappresentate dalle porcellane delle manifatture di Doccia e dei biscuit di Giovanni Volpato, che verranno confrontati con prototipi antichi o con i bronzi che divennero oggetto di collezionismo in seguito al loro recupero. A questi si affiancheranno oggetti della manifattura di porcellana di Napoli e diverse fra pitture disegni e incisioni, testimoni dell’impatto che ebbero sul gusto le campagne di scavo di Ercolano e Pompei. Completeranno la mostra alcuni oggetti delle manifatture straniere che subirono l’influsso delle notizie relative alle campagne di scavo in Italia: in particolare, saranno anche esposti alcuni oggetti di vasellame strettamente influenzati dai reperti archeologici che - illustrati dalle diverse pubblicazioni dell’epoca - vennero a modificare decorazione e forma dei servizi da tavola del momento.
La rassegna espositiva comprende oggetti ceramici corredati da oggetti archeologici, quadri, sculture, acquerelli, disegni e incisioni che serviranno da corredo per illustrare l’ambiente figurativo e culturale da cui prese inizio l’interesse per l’antico.

Curatore/i
Andreina D’Agliano e Luca Melegati
Catalogo

Silvana Editoriale

Informazioni

Luogo
Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
Orario

Da martedì a domenica ore 9.00 - 20.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Chiuso lunedì e il 1 maggio

Biglietto d'ingresso

Unico integrato comprensivo di ingresso ai Musei Capitolini e alla mostra:
€ 8,00 intero e € 6,00 ridotto
Solo mostra:
€ 4,50 intero e € 2,50 ridotto
Biglietti e prenotazioni

Informazioni

Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.30

Organizzazione

Zètema - Progetto Cultura S.r.l.

Con la collaborazione di

BNL-Gruppo BNP PARIBAS, Banca di Roma-Unicredit Group, Monte dei Paschi di Siena-Gruppo MPS, Vodafone

Con il contributo tecnico di

La Repubblica

torna al menu di accesso facilitato.