Hall of the Philosophers

The arrangement of this collection of portraits of Greek and Roman philosophers and men of letters, very popular with the Romans for the decoration of their public and private buildings, is along the same lines as that in the Hall of the Emperors. 
Many of the portraits are late reproductions and were carried out long after the lifetime of the characters they represent.

Palazzo Nuovo - Sala dei Filosofi

Nella sala sono raccolti i busti di poeti, filosofi e oratori dell’antichità greca, le cui immagini, in età romana e poi nel Rinascimento, decoravano biblioteche pubbliche e private, abitazioni, ville e parchi dei facoltosi e sensibili cultori delle arti e della filosofia.

Molti dei ritratti presenti sono “di ricostruzione”, sono stati cioè creati decenni dopo la morte del personaggio rappresentato e sono riportabili, salvo rare eccezioni, a schemi fissi: si possono quindi riconoscere il tipo dello stratega, del filosofo, del poeta, del commediografo elaborati come esaltazione dei valori intellettuali e spirituali delle famose personalità; a partire dall’età ellenistica, invece, i ritratti tendono a riprodurre con una certa fedeltà le diverse fisionomie.

Si notino in particolare:
 - i numerosi ritratti di Omero, nei quali è sottolineata la leggendaria cecità del poeta;
 - le raffigurazioni di Socrate, secondo il modello creato da Lisippo cinquant’anni dopo la morte del filosofo sulla base della descrizione che ne fece il discepolo Platone;
 - l’erma bifronte con i ritratti di Epicuro e Metrodoro, maestro ed allievo.

Tra i tanti ritratti di intellettuali greci si trova anche la splendida effigie di Cicerone, opera di età tardo-repubblicana che mette in risalto gli elementi fisionomici del personaggio ma celebra anche, con grande forza espressiva, le virtù dell’uomo politico.

La statua seduta al centro della sala, alla quale è stata sovrapposta una testa non sua, ricalca i modelli delle statue-ritratto del IV secolo a. C.

Sulle pareti da notare il frammento di sarcofago con il trasporto del corpo di Meleagro, fonte di ispirazione per Raffaello nella creazione della “Deposizione” conservata nella Galleria Borghese.  

Nel 2013, restaurati 23 rilievi architettonici, a carattere ornamentale, sacro e funerario e 5 busti-ritratto d’epoca romana grazie alla generosa offerta di 110.000 euro da parte dell’Ambasciata dell’Azerbaigian, per conto della Fondazione Heydar Aliyev.  

Erma di Euripide
Sculpture
From an original greek of 4th century BC
Ritratto di Omero
Sculpture
From a 200 BC Hellenistic original
Erma di Socrate
Sculpture
From an original greek of second half of 4th century BC
Ritratto di Cicerone
Sculpture
Half of 1st century AD
Erma di Pitagora
Sculpture
From a Greek original of the middle of the 5th century BC