Musei Capitolini

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > News
Data di pubblicazione: 09/12/2013

Sabato 7 dicembre in occasione de "La Notte dei Musei 2013" la nostra community su    Instagram ha raccontato la serata tramite alcuni scatti nei musei e nei luoghi coinvolti nell'iniziativa. C'è tempo fino alle 12.00 del 16 dicembre per votare e far vincere la migliore!

Esprimere la propria preferenza è semplice, basta collegarsi all’app di Instagram e mettere un mi piace alla foto che preferite tra quelle pubblicate in questa gallery, potete anche fare una ricerca per hashtag digitando #MUSica13.

Ulteriori informazioni sul    blog dei Musei in Comune

Data di pubblicazione: 06/12/2013

La Statua del ‘Galata morente’ in partenza per Washington
Barca: Favorire sempre di più gli scambi culturali internazionali

Come si “impacchetta” un’opera d’arte dal valore inestimabile come il Galata Morente? Quali le tecniche d’imballaggio, i segreti per proteggerla, come viene trasportata, chi la accompagna.
Domani, venerdì 6, alle ore 10.30, l’Assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica Flavia Barca e il Sovrintendente Capitolino Claudio Parisi Presicce, daranno il via ai lavori per la partenza dell’opera per il National Gallery of Art di Washington e spiegheranno curiosità e tecniche d’imballaggio dell’opera. La famosissima statua sarà ospite per la prima volta, fino al 16 marzo 2014, all’interno della “Rotunda” presso il museo.
Il prestito di altissimo valore, è reso possibile grazie ad uno scambio tra Istituzioni all’interno del progetto Dream of Rome che ha portato a Roma, come unica tappa europea all’ Ara Pacis la mostra “Gemme dell’Impressionismo-Dipinti della National Gallery of Art di Washington”.
E’ la seconda volta che il Galata lascia i Musei Capitolini e l’Italia. La prima volta fu nel lontano 1797, anno in cui fu portato dalle truppe napoleoniche in esposizione a Parigi da dove fece ritorno a Roma nel 1816.
La statua del Galata morente è una delle opere più celebri e visitate delle collezioni dei Musei Capitolini. Rinvenuta a Roma nell’area di Villa Ludovisi, presso Via Veneto, probabilmente tra il 1621 e il 1623, la scultura fu acquistata nel 1737 da Papa Clemente XII per il Museo Capitolino (il Palazzo Nuovo).
Il Galata
L’opera era parte di un ciclo decorativo che comprendeva anche la statua del Galata suicida oggi conservata al Museo Nazionale Romano– Palazzo Altemps, posto all’interno del santuario di Athena a Pergamo per commemorare la vittoria del re di Pergamo sui Galli.
Gli studiosi a tutt’oggi discutono se si tratti degli originali o se le statue siano state elaborate, in età romana, sulla base dei modelli di età ellenistica (III secolo a.C.)
La statua indossa un collare tipico dei guerrieri celti. La sua espressione è colta nell’attimo che precede immediatamente il suo momento finale, il volto contratto nella sofferenza dovuta alla ferita mortale al petto. La scultura incarna il coraggio nella sconfitta, l’autocontrollo al cospetto della morte, una profonda e commovente celebrazione dello spirito umano.

Data di pubblicazione: 05/12/2013

Come partecipare al Contest #MUSica13 su Instagram

ISCRIZIONE: La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti;
TAG: #MUSica13 e #IgersRoma
DURATA: Dalle 20 del 7 dicembre alle 24 dell'8 dicembre 2013;
COME PARTECIPARE: Raccontateci Musei in Musica 2013 con una foto scattata presso uno dei luoghi aperti per la manifestazione. La didascalia della foto deve indicare il luogo dove è stata scattata nonché i tag del concorso. Le foto verranno raccolte in una gallery pubblicata sulla pagina Facebook di Roma Capitale e sui social network dei Musei in Comune;
I PREMI: I tre autori delle foto più belle, scelte dalla nostra community e dall'assessorato alla Cultura di Roma Capitale, avranno la possibilità di avere due biglietti ciascuno a scelta tra le mostre “Gemme dell’Impressionismo” al Museo dell’Ara Pacis, “Robert Capa in Italia” al Museo di Roma – Palazzo Braschi e “Lee Jeffries. Homeless” al Museo di Roma in Trastevere.

Consulta il programma degli eventi in programma per Musei in Musica 2013 qui.

Data di pubblicazione: 05/11/2013

L'account dei Musei in Comune Roma ha superato i 40.000 follower, confermandosi il profilo museale italiano più seguito su Twitter.
Continuate a seguirci (e farci seguire) su @museiincomune!

Data di pubblicazione: 02/10/2013

Il 13 ottobre 2013 alcuni Musei del Sistema Musei in Comune parteciperanno all'iniziativa "Giornata nazionale delle famiglie al museo".
Questi i Musei interessati dall'evento:
Musei Capitolini
Museo dei Fori Imperiali
Ara Pacis
Museo della Civiltà Romana
Museo di Roma
Museo di Roma in Trastevere
Galleria d’Arte Moderna
Museo Napoleonico
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
Centrale Montemartini
Museo delle Mure
Villa di Massenzio
Museo Pietro Canonica
Museo Carlo Bilotti
Musei di Villa Torlonia – La Casina delle Civette
Musei di Villa Torlonia – Il Casino Nobile
Museo della Repubblica Romana e della memoria Garibaldina
MACRO

Sito ufficiale dell'iniziativa      www.famigliealmuseo.it     

Data di pubblicazione: 19/03/2013

Roma, 14 marzo 2013.
La cultura brucia perché fa paura, perché fa crescere individui, cittadini e comunità consapevoli e liberi. Per questo di fronte a un episodio gravissimo, figlio del degrado, della criminalità e della violenza, come l’incendio doloso che ha distrutto Città della Scienza, nessuno deve rimanere indifferente.

Dopo il rogo Federculture si è immediatamente mobilitata coinvolgendo la propria rete associativa, i cittadini e le imprese per esprimere fattivamente solidarietà a quella realtà viva così duramente colpita. E’ partita nei giorni scorsi una campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi presso tutti i luoghi della cultura (musei, biblioteche, teatri, auditorium) dove visitatori, turisti, pubblico e spettatori potranno lasciare un loro contributo volontario per la ricostruzione del polo museale-scientifico.

«La Città della Scienza appartiene a tutti noi - dichiara Roberto Grossi presidente di Federculture - È il nostro presente e deve essere anche il nostro futuro. Vogliamo combattere insieme l’ignoranza e la sopraffazione impegnandoci a ridonare la vita a un progetto simbolo della rinascita di un territorio, patrimonio di ogni cittadino.Solo una sua rapida ricostruzione, per la quale Federculture e centinaia di enti e istituzioni culturali daranno il loro attivo contributo, potrà diventare un forte e indelebile segnale per la rinascita culturale non solo di quel luogo sfregiato dal rogo ma di tutti i luoghi della cultura di questo Paese, ancora troppo spesso abbandonati e che invece rappresentano valori sociali e potenziale economico da valorizzare.»

Ad oggi alla raccolta hanno già aderito il Teatro di Roma, il Palaexpo, il MAXXI, Zètema Progetto Cultura (per tutta le rete museale capitolina), la Fondazione Musica per Roma, la Triennale e il Piccolo Teatro di Milano, la Fondazione Torino Musei, il Conservatorio di S. Cecilia di Roma, il Museo Tridentino di Scienze Naturali, la Fondazione Barumini, Farm Cultural Park di Favara (AG).

Inoltre, Federculture sta perfezionando un accordo con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per far sì che anche nelle scuole e negli atenei italiani possa avviarsi ulteriori iniziative di solidarietà.

I fondi raccolti dalla rete Federculture confluiranno nelle raccolte lanciate da Città della Scienza che ricordiamo, prevedono la possibilità di donare tramite Bonifico su conto corrente bancario (Banco di Napoli IBAN: IT41X0101003497100000003256 Intestato a: Fondazione IDIS - Città della Scienza Causale: Ricostruiamo la Città della Scienza BIC: IBSPTINA; oppure BNL IBAN: IT96T0100503408000000030000 Intestato a: Fondazione Idis Città della Scienza Istituto per la diffusione Causale: Ricostruiamo Città della Scienza Swift/BIC: BNLIITRR) o attraverso Telefono o SMS al numero 45599 (fino al 31 marzo). 

torna al menu di accesso facilitato.