Musei Capitolini

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > News
Data di pubblicazione: 18/05/2015

“La Notte dei Musei chiude con un dato significativo: oltre 32 mila presenze tra i Musei Civici (20mila visitatori) e altri spazi promossi da Roma Capitale. Ancora una volta questa iniziativa, ormai radicata e attesa nella Capitale, dimostra quanta passione ci sia per i nostri musei, mostre e spazi sia da parte dei romani che turisti. Roma, per una notte, risplende di bellezza e dobbiamo lavorare perché siano sempre di più le iniziative di questo tipo.
Sin dalle otto, orario di apertura, le file per entrare a Scuderie del Quirinale per vedere la mostra di Matisse (2.300 visitatori) o per godersi un panorama esclusivo sui Fori Imperiali dalla terrazza dei Mercati di Traiano (3mila le presenze) sono state lunghissime. Particolare successo inoltre per i Musei Capitolini con oltre 2.200 presenze, Centrale Montemartini, 1.700, Ara Pacis, 1.500, Museo di Roma in Trastevere,1.200, Museo Barracco, 500. Tutto esaurito inoltre per le visite su prenotazione al piccolo Museo di Casal De’ Pazzi e per il viaggio multimediale di Piero Angela a Palazzo Valentini. Altri dati significativi riguardano anche Palazzo delle Esposizioni con oltre 2.600 visitatori, il Vittoriano con 1.200, l’Accademia di Francia con 2.700 presenze, e il Polo Museale de La Sapienza con 5mila visitatori. Una bella serata che ci proietta verso l’estate che sarà ricca di tanti altri appuntamenti all’insegna della cultura.Voglio ringraziare infine chi ha reso possibile questa notte speciale, ovvero la Camera di Commercio con il suo contributo e tutto il personale della Sovrintendenza capitolina e di Zètema Progetto Cultura”.
Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli.

Data di pubblicazione: 15/05/2015

Anche quest’anno Roma aderisce alla Notte dei Musei promossa dal Consiglio d’Europa. Grazie a questa iniziativa, sabato 16 maggio, dalle 20 alle 24, i principali musei della città sono visitabili al costo simbolico di un euro.
Con MasterCard e il suo Programma Priceless Rome, si può vivere un’esperienza unica con la Notte dei Musei.    Priceless.com/rome

Data di pubblicazione: 07/04/2015

"Pasqua 2015 è stata una bellissima giornata di festa nel segno della cultura. Sono stati diecimila i visitatori in tutti i nostri     Musei Civici. In particolare mi preme sottolineare i circa 4mila residenti, per la prima volta anche della città metropolitana, che hanno affollato le nostre sale e mostre: un segnale bellissimo”.
I musei più visitati sono stati i     Musei Capitolini, seguiti dai     Mercati di Traiano e     Ara Pacis.

“Lunedì 6 aprile 2015 è stata un’altra giornata straordinaria per la città di Roma, caratterizzata da una grande affluenza nei nostri    Musei Civici. Anche oggi sono diecimila i visitatori che li hanno scelti con un notevole successo dei     Musei Capitolini (con 1.653 ingressi) seguiti da uno dei nostri otto musei gratuiti, la     Villa di Massenzio (con 1.554 biglietti staccati). Sono stati loro i protagonisti della giornata di lunedì.
 Tra i più visitati, inoltre, il     Museo delle Mura, quello dedicato a     Pietro Canonica, il     Museo Bilotti e il     Napoleonico. Tutto esaurito per le visite guidate anche al neo     Museo di Casal De' Pazzi dedicato al Pleistocene. Un weekend straordinario che ha totalizzato quindi circa 20mila visitatori”.
Lo dichiara in una nota Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e al Turismo.

Data di pubblicazione: 20/03/2015

“Contro il terrore, in segno di solidarietà verso le vittime del feroce e criminale attacco di Tunisi, a sostegno del popolo tunisino che ha lottato per la libertà con la sua primavera: Roma ci sarà con una iniziativa pubblica che abbiamo promosso per domani. Abbiamo accolto l’appello lanciato dal sindaco di Torino, Piero Fassino. Abbiamo scelto per questo appuntamento, convocato per venerdì 20 marzo 2015 alle ore 18, il Campidoglio come luogo simbolo della nostra comunità. Per questo la facciata del Palazzo Senatorio sarà illuminata grazie ad Acea con una scritta e, nella bellissima esedra del Marc’Aurelio, all’interno dei musei Capitolini – abbiamo scelto un museo, proprio come il Bardo di Tunisi attaccato dai terroristi – abbiamo invitato i romani a manifestare i loro sentimenti, per la pace, la libertà contro chi cerca con le armi di imporre il buio e la paura”.

Lo dichiara in una nota il sindaco di Roma Ignazio Marino.

Data di pubblicazione: 18/03/2015

Con i suoi 93.000 followers, l’account Twitter    @museiincomune - gestito da Zètema Progetto Cultura per conto di Roma Capitale Assessorato Cultura e Turismo -  Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - è il primo profilo museale italiano. Un account che racchiude le diverse realtà del    Sistema Musei Civici, dai    Musei Capitolini, il museo pubblico più antico del mondo, al    MACRO, Museo di Arte Contemporanea passando per il    Museo dell’Ara Pacis, la    Centrale Montemartini, i    Mercati di Traiano per un totale di 20 musei.

Per questo motivo è stato invitato a partecipare alla seconda edizione della    #MuseumWeek, la settimana dei musei ideata da Twitter che si svolgerà da lunedì 23 a domenica 30 marzo e coinvolgerà i più prestigiosi musei del mondo.

La #MuseumWeek su Twitter è un progetto internazionale pensato per mettere in luce i musei più attivi su Twitter avvicinandoli ulteriormente al loro pubblico e creando sinergie con le più importanti istituzioni museali. Nel corso della settimana tutti i musei partecipanti diffonderanno nuovi contenuti, mostreranno il “dietro le quinte” della vita museale ed interagiranno con il pubblico seguendo un tema diverso ogni giorno, sempre utilizzando l’hashtag #MuseumWeek.

Una settimana di "open day" virtuali che seguirà questo calendario:

  • Lunedì 23 marzo #secretsMW per scoprire la vita quotidiana dei musei, il “dietro le quinte” e anche qualche segreto.
  • Martedì 24 marzo #souvenirsMW per condividere i ricordi della visita ai musei, con un oggetto, un catalogo, una visita didattica o un momento che ha lasciato il segno.
  • Mercoledì 25 marzo #architectureMW per raccontare la storia dell’edificio, dei giardini, dei quartiere e dei suoi luoghi emblematici.
  • Giovedì 26 marzo #inspirationMW  l'arte, la scienza, la storia sono dappertutto intorno a noi. Giovedì il pubblico sarà invitato a catturare alcuni contenuti correlati con l’offerta museale.
  • Venerdì 27 marzo #familyMW per presentare tutti i contenuti che rendono speciale la visita in famiglia o con la scuola e per raccogliere le esperienze di visita del pubblico.
  • Sabato 28 marzo #favMW per raccontare i fiori all’occhiello dei musei e invitare i visitatori a condividere ciò che hanno amato di più nel corso della loro visita.
  • Domenica 29 marzo #poseMW pose, memi, selfie, i musei diventano un set in cui i visitatori e le opere diventano i protagonisti.

Inoltre, in occasione della    #MuseumWeek e del rientro in sede delle opere della collezione permanente, per il prossimo weekend il    Museo Carlo Bilotti ha in programma una    serie di iniziative dedicate al suo pubblico, allo scopo di avvicinare i visitatori, grandi e piccoli, alla sua realtà e quotidianità.

Tra i musei coinvolti in questa seconda edizione della #MuseumWeek provenienti da tutti i continenti, segnaliamo: il Musee du Louvre, il Musée d'Orsay, il Centre Pompidou, il Museo Frida Kahlo, il Tokyo National Museum, il Rijksmuseum, il Museo Nacional del Prado, il British Museum, il Guggenheim Museum e lo Smithsonian. In Italia, oltre ai Musei in Comune partecipano, tra gli altri: il MAXXI, il Museo MADRE, il MART di Trento e Rovereto e il Museo Egizio.

Per Musei in Comune sarà una nuova opportunità di fare rete ed interagire col pubblico in un’ottica sempre più incentrata sulla comunicazione digitale. Infatti, il mondo web e social di Musei in Comune cresce giorno dopo giorno arricchendosi di contenuti sempre nuovi e i numeri testimoniano il gradimento del pubblico:

- 2.720.000 i visitatori del portale    www.museincomuneroma.it e i siti museali ad esso legati (tutti disponibili in 4 lingue: italiano, inglese, francese e spagnolo) pari al 11,3% in più rispetto all’anno precedente;

- 263.000 “mi piace” su Facebook (+200% rispetto al 2013), 93.000  followers su Twitter (+150% rispetto al 2013), 900 iscritti al canale Youtube, 8.600 foto caricate su Flickr, 3.500 seguaci su Instagram.

Dal 2008 Musei in Comune svolge attività di social networking non solo per lanciare gli eventi, le mostre e le attività dei musei ma anche per raccontarli, ad esempio diffondendo opere più o meno conosciute e contestualizzandole, lanciando curiosità, anticipazioni, notizie in tempo reale e backstage per ingaggiare rapporti con il pubblico, raccontando storie e curiosità. Tramite i diversi canali vengono anche diffusi nuovi contenuti come i video di approfondimento, le cartoline e i contest realizzati per le mostre e gli eventi.

Twitter    @museiincomune

Facebook    Musei in Comune Roma

Instagram    museiincomuneroma

Blog    museiincomuneroma.wordpress.com

Data di pubblicazione: 18/03/2015

A seguito della direttiva n.9/2015, in occasione della partita di calcio Roma-Fiorentina del 19 marzo 2015, si dispone la concessione dell'ingresso gratuito a tutti i Musei Civici per i tifosi fiorentini che esibiranno il biglietto della partita di calcio in questione.

Data di pubblicazione: 10/03/2015

I partecipanti alla Maratona di Roma (22 marzo 2015) potranno accedere con biglietto a prezzo ridotto a tutti i Musei Civici di Roma nel periodo compreso tra il 19 e il 24 marzo 2015.

Data di pubblicazione: 06/03/2015

In occasione dell’8 marzo, i Musei in Comune di Roma Capitale, Assessorato Cultura e Turismo – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturaliaccendono i riflettori sulle donne artiste presenti nelle diverse collezioni museali. Nel corso della giornata tutti potranno infatti seguire su Twitter      @museiincomune – il primo profilo museale in Italia grazie agli oltre 90.000 follower - e immergersi nelle affascinanti storie e nelle opere di tante artiste come Charlotte Bonaparte, Corinna Modigliani, Antonietta Raphaël Mafai, Adriana Pincherle, Titina Maselli, Carla Accardi, Valentina Vetturi e Beverly Pepper.

Twitter    @museiincomune #DonneInArte.

Data di pubblicazione: 02/03/2015

Come è accaduto per le altre prime domeniche del mese anche oggi, primo marzo, i musei civici e quelli nazionali di Roma hanno registrato un vero e proprio boom di visitatori. I musei civici della Capitale, con le loro ricchezze culturali e la grande offerta di opere d’arte, hanno fatto registrare 17mila e 600 visitatori, di cui oltre 12mila e 500 residenti, in un solo giorno. Un numero straordinario di ingressi che sottolinea come l’iniziativa della prima domenica del mese gratuita sia stata apprezzata dalle romane e dai romani. Nella nostra città abbiamo musei eccellenti e siti archeologici che tutto il mondo ci invidia ed è anche attraverso una giornata come questa che si valorizza il nostro patrimonio artistico”. Lo affermano in una nota il Sindaco di Roma, Ignazio Marino e l’Assessore alla Cultura Giovanna Marinelli.  

A fare la parte del leone sono stati il Museo di Roma (3.416 visitatori), i Musei Capitolini (3.093 biglietti staccati), il Mercato di Traiano e il Museo dei Fori (2080 ingressi) e il complesso dei Musei di Villa Torlonia (1710 entrate) che hanno raccolto migliaia di visitatori.

“Vogliamo  ringraziare – hanno concluso Marino e Marinelli - tutte le persone che oggi si sono messe a disposizione dell’amministrazione e che hanno reso possibile questo ennesimo importante traguardo”.

Data di pubblicazione: 27/02/2015

Torna la domenica gratuita per i residenti. Un’occasione per conoscere sempre meglio il nostro vasto patrimonio museale.

Un’iniziativa, partita nell’ottobre 2014 di Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che ha riscosso un grande successo, vedendo raddoppiare i visitatori rispetto alle domeniche ordinarie pur mantenendo stabili gli ingressi a pagamento.
Anche la prossima domenica - ha commentato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli - sarà l’occasione per visitare i grandi e piccoli musei di Roma Capitale, le loro collezioni permanenti e le mostre temporanee. Un’occasione sempre unica per tutti”.
 
Come    Pais del Cinema al Museo di Roma in Trastevere, che racconta, attraverso le immagini del grande fotoreporter e fotografo Rodrigo Pais, la fortunata epoca del cinema della prima metà degli anni ’60 in cui l’Italia poteva essere considerata un vero e proprio ‘Paese del cinema’ o la splendida mostra ospitata dal Museo di Roma Palazzo Braschi    I vestiti dei sogni. La scuola italiana dei costumisti per il cinema dedicata all’eccellenza italiana dei costumi per il cinema. Esposti oltre 100 costumi tra cui gli abiti realizzati per Marie Antoinette da Milena Canonero, che pochi giorni fa si è aggiudicata il quarto Oscar per gli abiti di Grand Budapest Hotel.
 
Da non perdere    L’età dell’angoscia ai Musei Capitolini, quarto appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, che illustra i grandi cambiamenti che segnarono l’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.) e    Artisti dell’Ottocento: Temi e Riscoperte alla Galleria d'Arte Moderna di via Francesco Crispi. L’esposizione contempla un folto gruppo di opere di estremo interesse, in parte mai esposte e sconosciute al pubblico. Nell’ambito della mostra, è previsto un “focus” di due sale con una selezione di opere - di scultura e grafica - del napoletano    Vincenzo Gemito (1852-1929), del quale la Galleria possiede una ricca e importante raccolta.
 
Diverse le proposte per gli appassionati di arte contemporanea da    Claudio Palmieri, Natural-mente. Opere dal 1985 al 2014 al Museo Carlo Bilotti alle mostre ospitate dal MACRO di via Nizza:    Luca Maria Patella. Ambienti proiettivi animati, 1964-1984, a cura di Benedetta Carpi De Resmini e Stefano Chiod, Timur Kerim Incedayi. Roma e Istanbul, sulle orme della storia e    Artisti In Residenza Gruppo Cherimus – Valentina Vetturi.
 
Da non perdere anche la mostra che segna il ritorno a Roma di    Bruno Liberatore, artista impegnato nella ricerca del dialogo tra le sculture e il contesto, ora alla prova con un monumento antico di grande suggestione ambientale, i Mercati di Traiano. Nello stesso magnifico contesto,    Le chiavi di Roma. La città di Augusto, esposizione in occasione del Bimillenario della sua morte. Infine, visitatori e passanti saranno sorpresi dall’esposizione di quattro sculture monumentali di    Beverly Pepper lungo l’area perimetrale del Museo dell'Ara Pacis

Data di pubblicazione: 11/02/2015

San Valentino all'insegna dell'Arte per i corsisti della Casa di Reclusione di Rebibbia. Una visita speciale, il prossimo 14 febbraio, alla mostra l’Età dell’Angoscia ospitata a Roma ai Musei Capitolini.

“Un’ora di lezione può cambiare la vita” dice Massimo Recalcati. E per i corsisti del progetto     “L’arte dentro” - promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e Turismo – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura – il giorno di San Valentino, quando ovunque si celebra l’amore nelle sue più variegate espressioni, sarà l’occasione per sperimentare in prima persona una faccia dell’amore: l’arte imparata sui testi e dalle parole dei loro docenti che diventa forma tangibile

E la mostra “L’Età dell’Angoscia” accompagnerà questo nutrito gruppo di studenti alla ricerca del bello, nelle sale del più antico museo pubblico al mondo. Questo grazie allo strumento di cui all’articolo 21, co. 4bis, L. n. 354/75, – concesso dal Magistrato di Sorveglianza su proposta della Direzione Penitenziaria - che permette a parte dei corsisti di visitare ed interagire con i siti museali studiati e conosciuti fino a quel momento solo sulla carta.

torna al menu di accesso facilitato.